Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il corso di guida sicura e difensiva è rivolto esclusivamente a personale dipendente e volontario che opera nel sistema di emergenza urgenza territoriale; i requisiti necessari sono la patente B ed una spiccata attitudine al rispetto delle norme e della sicurezza, essendo la figura di autista soccorritore quella preposta alla verifica e controllo della stessa.
E' proprio la parola SICUREZZA che verrà nominata più e più volte nello svolgersi del corso, quindi, chi pensa di venire a fare rally, ha sbagliato corso!


L'autista soccorritore, infatti, è il perno centrale della sicurezza rappresentando il responsabile diretto di sé stesso , dell'equipaggio e di tutte le persone che incontra nel tragitto fino al target dettato dalla centrale operativa.

  • Le nozioni che si apprenderanno durante il corso riguardano:
    •la metodica di guida sicura
    •la conoscenza del mezzo con i suoi limiti
    --•le modalità per non oltrepassare i suddetti limiti e, qualora ciò non fosse statopossibile, come recuperare ed uscire da una situazione pericolosa.

 

Le ore di didattica in aula si suddividono in due temi:
- la parte tecnica riguarderà:
•traiettorie
•trasferimento di carichi in velocità
•patologie da trasporto e come evitarle
•impatto e trasferimento di forze
•Acqua, ghiaccio e neve: come affrontarli
•Frenata modulata (questa antipatica pratica)
•Dossi, avvallamenti e buche: purtroppo ci sono e dobbiamo tenerceli


- La parte legale verterà su:
•omicidio stradale: Cosa è cambiato?
•prevenzione legale ed assicurazioni professionali dedicate alla categoria
•Articolo 177 del Codice Stradale e derivati
•esempi di sentenze della corte di cassazione inerenti a procedure verso AutistiSoccorritori

 

Le ore di pratica, appositamente calcolate in numero più cospicuo, saranno dedicate all'applicazione delle nozioni teoriche apprese in aula.
La zona di prova verrà suddivisa in tre aree, ciascuna allestita per lo svolgimento di uno specifico esercizio.
La classe dei discenti verrà suddivisa in tre gruppi, ognuno dei quali affronterà a rotazione tutti gli esercizi previsti.
Al termine delle esercitazioni pratiche ciascun discente dovrà sostenere una prova teorica, consistente in un quiz a risposta multipla, propedeutica per l'accesso alla prova pratica finale.

La figura di Autista soccorritore negli anni si è evoluta così in fretta che molti sono rimasti indietro, un po' per pigrizia un po' per mancanza di risorse; l'associazione EMERFORM in collaborazione con la COES LAZIO, si è dedicata in pieno alla realizzazione di un corso mirato alla massima qualificazione di tale figura professionale con costi contenuti, accessibili a tutti in modo che nessuno possa più avanzare scuse o pretesti per non essere aggiornato su questa bellissima professione.

www.coeslazio.it